Cosa sono io?

Standard

something-unknownLe grandi domande della Vita attraversano la mente degli umani dalla notte dei Tempi.

Ci si chiede perchè esistiamo, come siamo nati, è sempre esistito l’Universo ecc.

Per chi come me è sempre stata particolarmente sensibile, una delle domande che più ricorre nella mia testa è: cosa sono?

Nel senso che ho sempre avuto la percezione che qualcosa in me non corrispondesse a ciò che si vede e si riconosce come reale ma solo anni di esperienze e studio hanno fatto sì che comprendessi che la parte sensitiva di me era solo più sviluppata.

Il punto è proprio questo: l’uomo, per sua natura, ha un corpo, una mente e un’ANIMA solo che a causa di indottrinamenti la sensibilità a percepire l’Anima è stata ingabbiata dando per scontato che è una cosa con la quale entreremo in contatto solo dopo morti.

Invece OGNI essere umano ha la possibilità…io direi il dovere, di entrare in contatto con la sua Anima.

La cosa interessante è che Anima non è scollegata dagli altri perciò quando entriamo in contatto con Essa riusciamo a percepire con chiarezza anche le sensazioni e le emozioni degli altri.

Questa non è una facoltà imputabile solo ai sensitivi, bensì a tutti gli esseri umani, la differenza sta solo nella predisposizione, che è però equivalente a chi è predisposto per la matematica o per la creatività. Chi è predisposto per la matematica sarà comunque in grado di disegnare, magari con disegni più rudimentali, imparerà una lingua, farà movimento fisico…e dovrebbe imparare ad usare la sua sensitività.

Penso sinceramente che la meditazione dovrebbe essere insegnata nelle scuole al posto della religione, insegnare ai bambini ad entrare in contatto con la propria Anima è la base di ogni credenza, poi a casa professeranno ciò che vogliono.

Ieri sera guardando l’inizio del Film documentario “Something Unknown“, prima che in famiglia accadesse l’ammutinamento pro Henry Potter, che segnalo a tutti per comprendere meglio l’argomento di cui stiamo parlando, un astronauta raccontava di come ha fatto l’esperienza di aver compreso l’Universo con tutto sè, SENTENDO veramente di farne parte.

Questa straordinaria e terribile parola, sentire, che ultimamente viene scioccamente abusata perchè la moda della New Era ha fatto sì che adesso tutti devono “sentire” così si giustificano fiumi di sciocchezze perchè si “sentiva che era la cosa giusta”.

L’esperienza del “sentire” è un attimo, ed è un’attimo sconvolgente che trasforma l’esistenza perchè per un breve momento riusciamo a percepire quella parte di noi colegata al tutto che non ci rende più possibile giustificare nulla, che ci spinge a cercare in continuazione la spiegazione di ciò che abbiamo sentito.

In questi giorni sto lavorando ad un nuovo progetto della quale verrete informati a breve e la mia mente sta lavorando tantissimo, il corpo è quasi fermo e sto meditando poco, risultato: mi sono influenzata e dormo poco.

Giusto questa mattina mi sono resa conto che l’allineamento CORPO-MENTE-ANIMA è indispensabile per mantenerci nel giusto stato di equilibrio, che quando una parte è squilibrata rispetto le altre gli effetti saranno di malessere, perchè le altre parti recrimineranno la loro dose di attenzione.

Questa società è fatta tutta appositamente per desensibilizzare lo stato di attenzione, per ingabbiare le menti e ammalare i corpi in modo da essere obbligati a farci aiutare, a farci proteggere.

Riacquisire la coscienza di sè significa stare bene, ma soprattutto essere veramente liberi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...