Se una pigna incontra una pozza…

Standard

IMG-20160731-WA0006Giorni intensi quelli appena vissuti, lontani dalle abitudini, dal caldo afoso, dal traffico e dalla tecnologia.

Giorni di lavoro sul Sacro Femminile, accolto in una piccola malga a conduzione di un atea senza saperlo olistica famiglia che ha fatto dell’accoglienza, dell’amicizia, dell’amore per la Madre Terra...ops Ecologia e degli ANIMAli il proprio stile di vita.

In una malga vegetarian- formaggiana con poca acqua, poca corrente e tante risate e partite a briscola.

Una malga immersa nella Storia della grande guerra, dove sul Monte Asolone ancora tanti spiriti fanno sentire la loro dolorosa presenza e dove le preghiere delle sacre donne hanno tentato di accendere un lume.

Una malga dove i bambini anzichè cercare i pokemon hanno costruito un intero villaggio con legno, sega e chiodi.

Una malga dove tra un rito di Sacro Femminile, una visione e un’oracolo c’è anche lo spazio per giocare e a trasformare le difficili e tortuose storie di sensitive, madri, giovani marziane, donne che conoscono il tradimento, il dolore, la separazione, lo smarrimento, la delusione in una pozza di Fango di nome Pozza, un po’ acida e lamentosa che si innamora del delicato fiore Viola Terenzio e si lamenta della Pigna che è IRRITANTE! Ma che anima le sue melmose giornate a suon di battibecchi. E Cri Cri il grillo che saltella portar notizie che si fa attrarre da Resi, la resina che le promette di avvolgerla e rendere la sua bellezza immortale. E così il buon docile Bobi arriva ad annusare Terenzio e a sguazzare in Pozza…

Spero di aver aiutato i lumini delle mie sacre donne a prendere vigore e a risvegliare le antiche conoscenze.

A me i loro occhi, le loro risate, i loro dubbi e le loro speranze hanno donato mille emozioni, perchè lo ammetto, io mi innamoro di ogni Anima che bussa alla mia soglia chiedendo una direzione, io mi innamoro in maniera fisico-passionale anche se non son brava con le smancerie.

Mi innamoro delle loro storie, delle loro fatiche, delle loro delusioni, delle loro contraddizioni, ma soprattutto mi innamoro di quelle fiamme che intravedo nel buio delle loro pupille, mi piace scorgerne la potenzialità e vedere cosa accade.

E come quando osservi un bocciolo che si schiuderà e donerà la splendida visione di un fiore, che finchè non è schiuso non ne conosci mai veramente la bellezza.

Attraverso di loro mi innamoro della vita…

Grazie Sacre Donne, grazie Lisa Thomas e Alex, grazie Beatrice ….grazie Grande Dea!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...