Sciocca storiella d’amore

Standard

cuore con pesoC’era una volta un cuore viaggiatore con uno zaino in spalla, il cuore nel suo peregrinare salì su un treno per andare nel luogo di “Non so“.

Si sedette in un sedile vuoto, appoggiò il pesante zaino sulla cappelliera e cominciò ad osservare gli altri viaggiatori.

Vide una coppia di cuori macchiati che non si parlavano…li osservò con tristezza pensando “peccato, non vedono più la loro bellezza perchè non si sono tenuti puliti.

Osservò un cuore gelato concentrato sul suo I-Pod, si rattristò pensando: “peccato, non alza la testa dalle cose inutili così non si accorge dell’amore che gli passa a fianco.”

Osservo un cuore marcio che sbirciava di sottecchi tutti compreso lui, si rattristò pensando: “peccato, doveva essere bello una volta“.

Osservò una coppia di cuori legati con le catene, si sentì soffocare e si rattristò pensando: “peccato, non hanno capito che l’amore non incatena, il rispetto è sufficiente.

Poi il suo sguardo si posò su un cuore con le ali, se ne innamorò all’istante, si alzò dal suo posto, andò verso questa forza magnetica e le disse: “Ti amo!”

Lei spalancò gli occhi e lo riconobbe e gli disse. “Vieni con me, ti porterò nell’unico luogo che non puoi visitare da solo!”

Scesero ad una stazione prima di quella di “Non so” che è quella di “MI fido”. Lui ebbe un attimo di esitazione e disse, aspetta devo prendere il mio zaino.

Tornò dentro, recuperò il pesante zaino e lo mise in spalla.  Tornò da lei e le disse: “Dove andiamo adesso?”

E lei: “apri le ali e lo scoprirai!”.

Lui:”Io non ho le ali!”

Lei: “Sì che le hai, è lo zaino che porti sempre che non ti permette di aprirle!”

Lui:”Ma come, sono i ricordi della mia famiglia…”

Lei:”Appunto…”

Lui non seppe cosa fare, era tentato di tornare dentro…in fin dei conti quello zaino era tutto quello che aveva…

Girò le spalle e cominciò a camminare con la testa china, lo zaino divenne pesante come non aveva mai sentito prima, le spalle gli facevano male…

Alla fine, poco prima di risalire in treno si fermò, lasciò cadere il suo compagno di tante avventure e si girò verso di lei.

Cominciò a camminare, prima titubante, poi via via sempre più entusiasta e senza quasi rendersi conto sentì un battito di ali provenire da…LUI!

Era incredulo, ammaliato, esterrefatto, leggero, innamorato!

Il cuore cominciò a volteggiare leggiadro e felice, cercò lei e cominciarono una danza dai mille colori.

Era sempre stato il suo sogno: VOLARE!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...