Luce colore e libertà

Standard

IMG-20150518-WA0000Fin da piccola ho sempre sentito un profondo moto di ribellione quando si parlava del ruolo della donna.

Non l’ho mai capito, non l’ho mai sentito mio, poi andavo a Messa e il prete parlava della povera e dimessa Maria, santa perchè serva e il terremoto dentro di me si è fatto sempre più devastante.

Tante ricerche, tanti viaggi, fatti per capire se ero semplicemente la tipica pecora nera ribelle che prima o poi avrebbe messo la testa a posto o se qualcosa di intrinsecamente sbagliato c’era nella cultura in cui vivevo.

Ho vissuto, perchè per me la via della coscienza si chiama vita, ho fatto l’imprenditrice, mi sono sposata, ho fatto una foglia mi son separata e poi mi son fermata prima di ricominciare.

Le mie contraddizioni interne son venute tutte a galla, le ho vissute, le ho subite, le ho fatte subire…le ho capite.

Pensavo che per essere libera dovessi avere i soldi: ho capito che per essere libera dovevo capire qual’era la mia vera ricchezza.

Pensavo che l’amore mi avrebbe impedito di fare successo (e io sono ambiziosa!) così l’ho vissuto come ostacolante e non l’ho “usato” come energia.

Pensavo che un figlio mi avrebbe bloccata…invece mi ha liberata!

Pensavo di voler star sola…

Oggi ho capito che il problema non è l’amore, la carriera o i figli ma l’ingombrante carico di retaggio culturale che sta dietro a questi ruoli.

Il lavoro dovrebbe essere il mezzo di sostentamento e per usare i nostri talenti.

L’amore dovrebbe essere la forza che ci spinge al continuo movimento, i figli la forza che ci spinge al radicamento.

Se ci si porta verso questo sistema di pensiero gli ostacoli cadranno come castelli di carta e la vita assumerà una spinta propulsiva all’abbondanza  a tutti i livelli.

Avevo ragione a non soppotare il ruolo che mi veniva imposto, avete ragione se non lo sopportate, è il motivo per cui è nata la rivista Amasra, per diffondere un nuovo modo di vivere la vita e la famiglia, sì, perchè la famiglia non dev’essere una tomba ma un giardino fiorito in continua evoluzione. Il nido dove trovare conforto nella tempesta e dalla quale spiccare il volo col sole!

L’amore non incatena…libera!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...