Cambiare abitudini attiva aree del cervello dormienti

Standard

cervello 1Cambiare abitudini attiva aree del cervello dormienti, è uno dei primi principi che mi sono stati insegnati in Cabala.

Per diventare creatori del nostro Destino dobbiamo attivare tutte le nostre potenzialità e se vogliamo farlo la cosa migliore è proprio fare ciò che generalemente non ci è congeniale o abitudinale.

Vi renderete conto come cambiare abitudini non è per niente facile, anche quando sono banali come cambiare mano con cui teniamo lo spazzolino per lavarci i denti o cambiare posto dove ci sediamo sempre a pranzo.

Veramente utile può essere spostare la disposizione dei mobili di casa ogni tanto, o il colore degli abiti che indossate.

Se vestite sempre di nero cominciate subito ad aggiungere colore al vostro guardaroba. Magari dettagli ma colorati.

Se siete persone che tendono a usare sempre colori neutri aumentate un po’ la gamma colore, potete cominciare con l’intimo: fuori vestite grigio o beige? Intimo fucsia! Leggi il resto di questa voce

Modificare le programmazioni

Standard

icebergAvete presente com’è fatto un iceberg?

La minima parte è quella che emerge, la maggior parte è quella immersa. L’uomo è fatto allo stesso modo.

La  parte di voi che risponde al Mondo, che pensa che crede di sapere chi è e di conoscersi è come la parte emersa dell’iceberg, quella che pesa veramente e che detta legge per quanto riguarda le vostre scelte è la parte immersa, quella che se non state lavorando su di voi potreste non sospettare neanche di avere o quantomeno che vi muova come si muove un burattino.

Noi pensiamo di sapere chi siamo e cosa vogliamo ma è molto più probabile che non abbiamo la più pallida idea ne della prima cosa che della seconda.

Spesso l’idea che ci siamo fatti di noi stessi è o quella che ci è stata imposta dai nostri genitori o quella che si ribella all’idea che ci è stata imposta dai nostri genitori.

Che sia l’una o l’altra non siamo noi.

Vi faccio un esempio: facciamo finta che il nostro genitore ci vorrebbe bravo in tutto, noi siamo bravini ma non perfetti per cui ci verrà detto che siamo incapaci.

Allora diventeremo matti a cercare di essere bravi, ci vergogneremo infinitamente quando non lo saremo sentendoci incapaci. Cercheremo di mostrarci sempre capaci e probabilmente se qualcuno ci fa notare che stiamo sbagliando qualcosa ci arrabbieremo tantissimo. Leggi il resto di questa voce

Ridarsi valore tra colleghi

Standard

colleghiSul luogo di lavoro spesso si riscontrano problemi di relazione tra colleghi.

Invidia, cattiveria, maldicenze e soprattutto svalorizzazione.

Giusto questa settimana una signora mi raccontava come la sua titolare le affianca

sempre giovani reclute inesperte che non sanno fare il lavoro, non vengono affiancati e a

lei tocca fare il lavoro doppio.

Lei che è in lavoro su sè stessa ha cambiato modalità di reazione rispetto una volta, non

aggredendo più il giovane in questione e facendo semplicemente il lavoro per due.

Anche questa reazione però non è corretta. Leggi il resto di questa voce

Ti scontri con una persona orgogliosa?

Standard

orgoglioOggi parliamo di un problema di cui non soffre nessuno, almeno così dicono tutti: “Io non sono orgoglioso/a! E’ che….”

La verità è che in questa società che ormai ha ridotto tutti i valori, compreso il nostro, l’orgoglio abbonda e il perchè ve lo spiego subito.

Il problema resta sempre quello della lontananza dal nostro vero sè, che sa chi è e cosa vuole.

Se il nostro IO è stato educato che è sbagliato ciò che è e che sente dentro non è bene per esso, entrerà inevitabilmente in conflitto con SE’ che a quel punto diventa il suo nemico, diventa l’estraneo, l’altro, quello da cui difendersi, da respingere, da combattere. Leggi il resto di questa voce

Stare bene necessita di disciplina

Standard

meditazioneSpesso mi scrivono persone dicendomi che stanno facendo dei corsi, o percorsi o che recitano tutti i giorni questo o quel mantra ma che continuano a stare male.

Oggi rispondo a tutti senza entrare negli specifici casi, cercando di dare una linea guida generale che possa aiutare le persone a ritrovare un po’ di serenità.

Stare bene è una condizione interiore, lo avrete sentito dire tante volte, ma questa condizione interiore la si costruisce con un lavoro quotidiano, costante e se volete impegnativo.

E’ come avere cura del corpo, se volete una bella forma fisica dovete curare l’alimentazione, fare movimento e usare prodotti per detergerlo e idratarlo adatti ad esso. Se vi fate male per un incidente potete andare a farvi operare per rimettervi a posto ma dopo dovrete raddoppiare gli sforzi di impegno per riportare le funzioni corporeee ad un livello ottimale facendo con costanza fisioterapia.

Così è la nostra Anima: per avere uno stato energeticamente ottimale dovremmo svegliarci la mattina facendo metitazioni o esercizi energetici, dedicarci ai nostri compiti con tranquillità, cibarci in modo sano, stare a contatto con la natura almeno un terzo della giornata, respirare aria pulita, bere acqua viva, prima di coricarci fare le preghiere di scarico energetico serale, dormire almeno 7-8 ore di fila e di qualità…. Se poi abbiamo avuto traumi dovremmo occuparcene in modo specifico.

STATO ATTUALE DELL’UMANO MODERNO Leggi il resto di questa voce

Care donne se lui non fa passi…non li vuole fare.

Standard

flirtQuante volte è capitato anche a voi di uscire con una persona che inizialmente sembrava interessata ma che poi ha iniziato a raffreddare.

Perchè succede? E voi cosa sarebbe meglio faceste?

Ultimamente mi confronto sempre più spesso con donne che si lamentano del fatto che è da un po’ che escono con una persona come amico o come collega, che all’inizio sembrava essere interessato a qualcosa di più ma che poi comincia a fare passi indietro. Questo di per sè non sarebbe un problema se la donna non restasse in attesa.

Cerchiamo di capire. Quando ci si conosce gli elementi che possono avvicinare i due sono molto vari:

Es:

  1. attrazione sessuale,
  2. ricerca di un compagno/compagna di vita,
  3. ricerca di stabilità economica,
  4. desiderio di amore…

Quando ci avviciniamo non sappiamo ne com’è l’altro, ne cosa cerca, lo sapremo solo conoscendolo meglio. Leggi il resto di questa voce

In alto mare…

Standard

IMG-20170618-WA0004Ogni tanto mi trovate a girovagare per i Circhi-artistico- teatrali, non è una novità per chi mi segue.

L’estate infatti si presta a questo genere di eventi e io…da brava zingara…vado a sentirmi un po’ a casa incontrando queste colorate carovane che trasportano materiale, persone, storie e soprattutto arte.

Il Circo Patuf è una compagnia circense-teatrale misto argentino italiana che sta proponendo nelle piazze del Bel Paese uno spettacolo dal titolo: “In alto mare”, storia di migranti italiani che hanno lasciato la loro terra per le Americhe. Leggi il resto di questa voce

Preghiera per la Festa del Fuoco

Standard

festa del fuocoLa Festa del Fuoco è la festa più allegra e briosa dell’anno perchè si trova nella massima espressione della Luce e quindi il Solstizio d’Estate.

Il Solstizio astronomico è il 21 giugno, ma altre tradizioni festeggiano il 23 , la Chiesa poi ha inserito la Festa di San Giovanni.

Notte magica, notte delle Streghe, ovvero dove le particolari energie dell’anno permettono di imprimere energie nuove alle situazioni o agli oggetti.

Notte in cui per tradizione si prepara l’oleolito di iperico.

Perchè festeggiamo nella notte delle streghe, chi erano queste donne?

Le cosiddette streghe erano nient’altro che curatrici di campagna alla quale era stata insegnata la tradizione della cura attraverso le piante e le preghiere.

L’antica tradizione conosceva perfettamente bene le fasi astrali e sapeva quando raccogliere, quando trasformare, quando pregare e come.

Nulla ha a che vedere con la folle immagine di donne diaboliche, erano spesso però libere, danzavano, suonavano i tamburi perchè la donna selvaggia ha un potere curativo molto più forte della donna conformista. Leggi il resto di questa voce

Come posso veramente cambiare?

Standard

bravo-psicologo-bisceglie-barletta-andria-traniCambiare si può!

Basta pensare positivo!

Basta immaginarsi in una nuova situazone e sparisce tutto il male!

Oppure posso chiedere a lei di togliermi quella cosa li….

No!

Mi dispiace dirlo così brutalmente ma cambiare è e rimane una tua responsabilità.

L’operatore che sia magico o no può al massimo agevolare la strada, ma l’impegno e la fatica resta comunque tuo.

E come quando andate dal fisioterapista: l’operatore vi mostra gli esercizi corretti, vi segue nell’esecuzione per correggervi nel mentre li eseguite ma lo sforzo e la costanza nel fare gli esercizi la dovrete mettere voi. Leggi il resto di questa voce

Lettera aperta ad un amore che muore…

Standard

lacrimeCaro amore,

il giorno che sei nato ero emozionata e quasi incredula, quando ti vidi la prima volta capii subito che qualcosa di profondo ci legava, ma non sapevo cosa potesse essere.

Ricordo con struggimento i nostri primi incontri, le prime uscite, la prima intimità, le volte che ci siamo scambiati le canzoni d’amore…

Se ci penso dal cuore escono ancora amare lacrime…sì, dal cuore, non dagli occhi…da lì si sono spente da un pezzo.

Guardando avanti, ad un futuro assieme, progettando la Vita…poi…cos’è successo?

Cos’è scatattato?

Perchè abbiamo cominciato a parlare due lingue diverse? Perchè prima ci capivamo solo con uno sguardo e poi non ci capivamo neanche dopo ore di discussione?

Non sai quanto ci ho pensato amore… Leggi il resto di questa voce